Acquedotto del Fiora

Il fiume Fiora, anticamente chiamato Arminio, scorre dalle sorgenti amiatine alle coste laziali per circa 80 chilometri.
Dal Medioevo lo sfruttamento delle acque, per la pesca e per azionare mulini e altri impianti, era una prerogativa signorile.
I santafioresi, però, almeno dal Cinquecento, potevano pescare liberamente le trote del Fiora, dovendo chiedere il permesso ai conti Sforza solo per venderle.
Nel 1967 lo scultore Tolomeo Faccendi realizzò il Mosè in bronzo e travertino per il piazzale antistante la galleria principale dell’acquedotto che, iniziata nel 1952, permise la distribuzione di acqua potabile in Maremma.

acquedotto galleria Monumento Acquedotto del Fiora

 

Acquedotto del Fiora - QR Code Friendly